Home CLAN E NOVIZIATO News Noviziato e Clan Partenza Elena Giambartolomei

Calendario eventi

« < Novembre 2017 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Ultimi eventi

Nessun evento

Storico articoli

Notizie Agesci

www.agesci.org - Le utime News
Partenza Elena Giambartolomei PDF Stampa E-mail

Elena Giambartolomei

Lettera della partenza di Elena

Cari amici,
dopo questi meravigliosi anni trascorsi in clan, dopo tanta strada percorsa insieme, è anche per me giunto il momento di prendere la partenza.
Se penso ai miei credo, alla Elena di oggi, agli obiettivi che desidero raggiungere, un grazie enorme va allo scoutismo.  E pensare che questa grande avventura è iniziata quasi per gioco, quando avevo 8 anni, solo per poter trascorrere più tempo con la mia amica Alice!

 

Già … il mio modo di essere estremamente femminile e posato sembrava cozzare con lo spirito scout, e forse neanche io 10 anni fa’ avrei scommesso di trovarmi qui davanti a voi a prendere la partenza. Eppure, lo scoutismo mi è entrato dentro per conquistarmi con la sua proposta di vita semplice e allo stesso tempo così profonda!
Durante il mio primo campo di reparto, tra incassi, legature, uscite di squadriglia e chiacchierate sotto le stelle, ho scoperto di amare profondamente quella vita essenziale e tanto carica d’umanità, per la quale pensavo di non essere adatta.  Poi passando al clan, mi sono via via resa conto che lo scoutismo, da semplice gioco, stava diventando una vera e propria scelta. Ogni uscita di clan, ogni route, aggiungevano un tassellino al mio essere; lo zaino veniva caricato di impegni e speranze, oltre che di momenti unici di crescita. È proprio vero che le route ti forgiano da dentro e che tutte le esperienze vissute insieme in questi anni sono la traccia migliore che ci indica chi siamo!
Di sicuro poi, lo scoutismo ha fatto ben altro: in questi anni vissuti con voi, in cui ho camminato lungo la strada della mia crescita, lentamente si sono aperti sentieri nuovi di cui prima neppure immaginavo l’esistenza. Queste nuove vie mi stanno ora davanti, e chiedono di esser attraversate: davvero sono il segno marcato che lo scoutismo è” STRADA” di vita. Strada perché solo camminando a passo lento e costante posso apprezzare ciò che mi circonda, la bellezza di un paesaggio, e l’intimità di un incontro, l’incertezza di un bivio e il desiderio di migliorare passo dopo passo. Strada perché la strada è vita e la vita è strada da percorrere, da vivere a pieno.
Ecco, mi sento ora come se lo scoutismo mi avesse dato la grandiosa possibilità di costruirmi da sola gli strumenti che serviranno per percorrere la mia strada: una bussola, una cartina e uno zaino pieno del necessario. A questo punto sono però io a decidere dove andare, o a dirla nel modo di B.P., io a ”GUIDARE LA MIA CANOA “. Il pensiero mi impaurisce e mi elettrizza allo stesso tempo, eppure sono desiderosa di raccogliere questa grande sfida.
La strada  che ho scelto di intraprendere si allontana almeno per ora dallo scoutismo e mi porta a servire in un ambiente diverso e forse lontano da quello scout. Eppure mai come ora ho sentito bruciarmi dentro le parole “una volta scout, per sempre scout”. L’irreversibilità di questa scelta è il pensiero fisso che accompagna la mia partenza. Ho voglia di rimboccarmi le maniche per costruire il domani che verrà, ho bisogno di sporcare queste mani per uno scopo, per servire: quell’Amore gratuito e disinteressato che ho la fortuna di aver conosciuto, ora chiede di esser donato, speso, moltiplicato. Soprattutto una route come questa a Scampia ha lasciato un segno indelebile in me circa la necessità di dare e ricevere amore che ha ogni uomo, vecchio o bambino che sia. Pertanto la scelta di servire per Amore diventa un’esigenza, un bisogno che non posso non assecondare, la mia strada per essere una donna rinnovata giorno dopo giorno. Sento forte il richiamo al “duc in altum”, al guardare in alto, verso quel futuro che mi attende ma che deve esser anche pazientemente costruito, con l’umiltà di chi ogni giorno, partendo dal piccolissimo, lentamente osa trasformare le mentalità e i cuori delle persone.
Prima di caricare lo zaino in spalla ho bisogno di dire alcuni GRAZIE a coloro che hanno camminato prima e insieme a me: innanzitutto grazie ai miei genitori, i miei primi maestri di vita; grazie a tutti voi capi che mi avete accompagnata da lupetta a donna della partenza: dal vostro entusiasmo e stile di vita trasuda la bellezza di esser sempre pronti a servire. Grazie al mio clan e a tutti i miei compagni di strada: mi avete permesso di assaporare fino in fondo questa grande avventura che non ha mai smesso di farmi crescere. Un grazie va a Dani, mio compagno di partenza, perché soprattutto in quest’ultimo anno ho avuto modo di riscoprirlo e stimarlo profondamente. Infine, grazie a due non scout, Giulia e Matteo, perché il costante confronto con voi ha reso più forte ciò in cui credo, e di cui desidero esser testimone.
A questo punto non mi resta che caricare lo zaino in spalla: questo zaino che ancora sa di route, di questi anni vissuti insieme a voi, delle fatiche e delle gioie di ogni esperienza, di ogni strada. Questo zaino che non sarà mai pieno affinchè io possa continuare a riempirlo di emozioni, di fatiche, di speranze, di volti di persone avrò la fortuna di incontrare. Ora me lo carico in spalla, pronta a servire e a camminare sui sentieri che Dio disegna per me.

 

Buona Strada
ELENA GIAMBARTOLOMEI( Pulcino Volenteroso)

 

Vecchio sito

Sondaggi

Cosa preferisci del sito?
 

Immagine casuale

phoca_thumb_l_145.jpg

Statistiche

Utenti : 43
Contenuti : 267
Indirizzi internet : 14
Hits visite contenuti : 780863
Agesci gruppo scout Ancona 2